L’ex presidente ucraino compra in Italia blindati da donare a Kiev

Date:



Petro Poroshenko è un politico ucraino molto discusso: presidente del Paese dal 2014 al 2019, tutt’ora deputato e soprattutto imprenditore con ricche attività nel settore alimentare. Nello scorso dicembre aveva lasciato l’Ucraina, poi è tornato a gennaio per sostenerla di fronte alla minaccia russa. Ma le autorità di Kiev lo hanno accusato di tradimento e sostegno al terrorismo per i suoi rapporti economici con le repubbliche secessioniste del Donbass. E’ rimasto per alcuni giorni agli arresti, poi è tornato in libertà ma con il divieto di espatrio. Un provvedimento evidentemente revocato: in questo video l’ex presidente è all’interno dello stabilimento di un’azienda di Ortona (Chieti): la Tekne. Lì Poroshenko si è fatto riprendere mentre mostra undici veicoli fuoristrada blindati MLS Defend prodotti dalla fabbrica abruzzese: mezzi che ha detto di avere comprato e donato all’esercito ucraino. Veicoli privi di armamento, ma con una chiara destinazione militare e la cui esportazione deve essere autorizzata dal governo italiano. Ogni MLS Defend costa circa 190 mila euro. Il politico spiega nel video che questi sono i primi sistemi di categoria Nato acquistati dalle forze ucraine – gli altri sono stati donati – e questo è stato reso possibile grazie alla mediazione delle autorità italiane e dall’ambasciata di Kiev a Roma. Sembra che gli MLS Defend saranno consegnati ai reparti paracadutisti.

di Gianluca Di Feo

Share post:

Popular

More like this
Related

5 Facts About David Koresh And The Cult That Ended In Disaster

5He Believed He Was The...

New homes could be built in flood risk zones, town planners warn

Karl Mallon, chief govt of Local weather Valuation,...