Bologna, la partita di calcio “segreta” degli Iron Maiden: la band sfida una squadra di dilettanti

Date:



Ieri sera, a causa del maltempo, gli Iron Maiden non si sono potuti esibire al Sonic Park di Bologna dove si erano radunate circa 30mila persone per l’unica knowledge italiana del loro tour “Legacy of the Beast”. La storica metallic band britannica ha però sfruttato il viaggio a Bologna per dar vita in gran segreto lo scorso martedì – 5 luglio – advert una partita di calcio contro la squadra amatoriale triestina del Nagane Mujesane. L’amichevole tra il crew britannico – che ha visto scendere in campo due membri storici dei Maiden, il bassista e fondatore della band Steve Harris ed il chitarrista Adrian Smith – e la squadra muggesana si è giocata sul campo del S.S.D. Cordicella di Bologna. La squadra inglese si è imposta con un sonoro 6 a 3, vittoria festeggiata anche sui social dalla band simbolo della NWOBHM (New Wave Of British Heavy Metallic). Accanto a Steve Harris, che vanta un passato nelle giovanili del West Ham, in campo nello stesso ruolo di centrocampista anche il figlio George Harris, in tour col gruppo The Raven Age in apertura ai concerti dei Maiden. Advert affiancarli, Jai Patel – sempre dei The Raven Age – oltre al supervisor Dan Wright, il bassista dei KK Priest e produttore Tony Newton, il chitarrista dei Maiden Adrian Smith e la leggenda scozzese Colin Hendry, arcigno centrale difensivo campione d’Inghilterra con i Blackburn Rovers nel 1995 e capitano della Scozia nella Coppa del Mondo 1998. L’insolita sfida non è però stata casuale: il Nagane Mujesane vanta infatti un vero e proprio gemellaggio con la storica band inglese. Le due squadre si erano già affrontate nel 2016 e nel 2018 a Trieste nel break day del tour consentendo ai Maiden di dedicarsi al loro sport più amato.

a cura di Damiano Mari

Share post:

Popular

More like this
Related